Juventus, Allegri: “Testa al Chievo. Noi più forti? Lo dirà il campo…”

Written by on 8 settembre 2017

Largo ai nuovi. Allegri è pronto a calare gli assi di mercato contro il Chievo, nell’ultimo test prima del debutto stagionale in Champions al Camp Nou. “In porta gioca Szczesny, riposa Buffon, in mezzo Matuidi e Pjanic, devo ancora decidere se in un centrocampo a due o tre”. In attacco probabile debutto da titolare per Douglas Costa, in difesa scalpita De Sciglio. La nuova Juve inizia a prendere forma, ma prima del Barcellona c’è il Chievo, Allegri non intende fare sconti.

RIATTACCARE LA SPINA — “Questa Juve più forte dell’anno scorso? La teoria non conta nulla, conta la pratica e se a fine stagione avremo fatto cose importanti. A marzo dobbiamo lottare per le tre competizioni, anche se quest’anno la Coppa Italia si gioca prima. Domani servono i tre punti, poi penseremo al Barcellona. Non è una semifinale, ma una partita di girone. Il primo obiettivo è passare il turno. Credo che nove punti potrebbero bastare per passare il turno”.

RMAZIONE — “C’è da fare alcune scelte: Khedira è out, Marchisio in ripresa, tornerà speriamo a breve. Chiellini out, speriamo averlo col Barcellona. Cuadrado ieri non l’ho visto, speriamo sia rientrato… Dybala ieri ha fatto differenziato. Chi invece è rimasto qui ha lavorato bene, la mancata convocazione con l’Argentina ha fatto bene a Higuain: fisicamente aveva bisogno di lavorare, sta meglio anche dal punto di vista mentale e vuole riconquistare la Nazionale. Ora inizia la stagione vera con 7 partite (5 campionato 2 Champions) in un mese. Barzagli torna oggi. Howedes sta bene, si sta adattando ai metodi di lavoro. Bentancur può essere compatibile con Pjanic, ma non diamogli troppe responsabilità. Sono contento di quello che sta facendo, ha bisogno di tempi per inserirsi. Mi è dispiaciuto lasciare fuori Lichtsteiner dalla lista Champions, è stata una scelta tecnica, con Marchisio out avevo un centrocampista in meno”.

DOUGLAS E BERNA — “Se non gioca Dybala potrebbe giocare Bernardeschi al posto suo, ma anche Douglas Costa. Bernardeschi lo vedo esterno nei quattro di centrocampo, nei tre davanti oppure anche mezzala. Douglas Costa è un giocatore straordinario, di velocità e tecnica. Salta l’uomo, crea superiorità ma ha bisogno di adattarsi ai metodi di allenamento. È un acquisto importante per la Juve”.
VAR E MERCATO — “La VAR è uno strumento utile, ma devono decidere come usarlo e in che direzione andare con il calcio. A Genova per due episodi abbiamo perso 6 minuti. Su episodi oggettivi l’uso della Var è fondamentale. Spero che chiudano il mercato prima: sarebbe una buona notizia per tutti. Se ci è mancato qualcosa? Assolutamente no, non serviva un altro centrocampista, gli imprevisti ci sono e vanno gestiti in serenità”.
CHIEVO ORGANIZZATO — “Il Chievo è una squadra ben organizzata, ottimamente guidata da Maran. Dobbiamo riprendere con i tre punti. E lavorare bene in fase difensiva. Domani sarà un test importante”.
ITALIA, CRITICHE ECCESSIVE — “Non possiamo essere quelli che non siamo, dobbiamo fare le cose che sappiamo fare. La Nazionale è stata eccessivamente criticata dopo la sconfitta con la Spagna. L’obiettivo degli azzurri è raggiungere il Mondiale, una volta conquistato il pass Ventura avrà fatto il suo”.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Continue reading

Radio Prima Liège

Current track
TITLE
ARTIST

Background